Manchette Tippi

Manchette Tippi

SP 38 Mazara-Torretta, strada pericolosissima. Contratto rescisso con la ditta. Appalto da rifare.

Bisognerà aspettare almeno un anno per il completamento dei lavori della Sp 38 che collega Mazara del vallo a Torretta Granitola. La Provincia di Trapani infatti ha rescisso il contratto con la ditta Viastrada Sas di Palermo per i lavori di

completamento della stessa strada provinciale iniziando l'iter per l'assegnazione di un nuovo appalto. La notizia era nell'aria visto il contenzioso avviato tra la Provincia e la stessa ditta a seguito dell'interruzione dei lavori all'inizio dello scorso anno.

A darne notizia è stato l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Nino Zizzo, il quale ha spiegato: "credo che fosse un fatto inevitabile vista come è andata la vicenda. L'azienda si era fermata in un primo tempo perché aspettava il pagamento della prima trance di avanzamento lavori, circa 900 euro. Bisogna anche ricordare che l'aggiudicazione della gara di appalto era avvenuta con un grosso ribasso".

Ecco la scheda in merito ai lavori delal Sp 38 ed alla loro aggiudicazione.
"Lavori di messa in sicurezza della S.P. n° 38 Mazara Granitola dalla foce del fiume Arena a Torretta Granitola" ed aggiudicati alla Viastrada s.a.s di Carollo Tindaro & C. Importo finanziato: euro 7.000.000,00. Importo dei lavori euro 4.842.340,23. ribasso d'asta del 49,0255%, così importo contrattuale è stato fissato in euro 2.515.829,93.
Lavori sommariamente previsti: ampliamento della sede stradale per km. 7+130;rifacimento manto stradale per km. 7+130; realizzazione di marciapiede per Km 2,500 circa, ambo i lati; muretti in calcestruzzo lato mare (rivestiti con pietra naturale locale); illuminazione per Km 2,500 circa; illuminazione bivio gorghi tondi; collocazione di barriera di protezione laterale dal km 2+500 al km 7+130; rettifica di due curve nel tratto dal Km. 6,250 al Km. 7,000 circa.
La consegna dei lavori alla Ditta è avvenuta il 18 novembre 2011. I lavori sono iniziati il 30 gennaio 2012 e dovevano essere ultimati il 17 novembre 2013.

A confermare la rescissione del contratto con la Viastrada s.a.s. è stato il dirigente dei Lavori Pubblici della Provincia di Trapani, ing. Antonino Candela, il quale ha seguito direttamente la vicenda. "Alcuni giorni fa –ha dichiarato l'ing. Candela contattato telefonicamente- abbiamo firmato una determina per la rescissione del contratto con la ditta la quale ha però fatto ricorso. Ci vedremo dinnanzi al giudice e poi vedremo". Così il dirigente provinciale ha rassicurato: "ho ricevuto assicurazione direttamente dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti circa il mantenimento del finanziamento inziale. Abbiamo –ha aggiunto Candela- rifatto il progetto per i lavori che approveremo entro una ventina di giorni. Poi invieremo gli atti all'Urega per mettere in programma la nuova gara di appalto".

Nel frattempo persistono i grandi disagi dei cittadini che percorrono nei due sensi la strada ad oggi molto ristretta e resa ancor più pericolosa dagli allagamenti provocati dalle piogge. "Un appello per scongiurare una tragedia preannunciata". Questo è quanto avevano scritto la scorsa primavera al allora prefetto di Trapani Marilisa Magno da parte dei rappresentanti del circolo mazarese di Sel e dell'associazione Pro Bocca Arena, Rino Giacalone e Bernardo Burgio. "La messa in sicurezza della Sp 38 Mazara-Torretta Granitola –si legge nell'appello- dovrebbe essere un diritto garantito a noi cittadini dalle normative che sono però del tutto ignorate in quel tratto di strada i cui lavori di riqualificazione sono stati interrotti da alcuni mesi. Abbiamo formulato numerose richieste, scritte e verbali, abbiamo tenuto assemblee ma non riusciamo ad ottenere risposte sulla soluzione di un problema che interessa migliaia di cittadini, residenti e non, e che riguarda anche i nostri figli, i quali, con la stagione calda, cominceranno a transitare con gli scooter per andare a prendere un semplice gelato a Torretta Granitola". Appelli allora caduti nel vuoto.

Anche il sindaco Nicola Cristaldi fece un appello al commissario straordinario della Provincia, Darco Pellos. Il manto stradale della Sp 38 è sconnesso, una carreggiata è sparita, i margini sono pericolosi e pieni di "trappole", le caditoie sono senza i tombini, l'abbondante pioggia e la mancanza di reti contenitive ha causato lo scivolamento dei detriti nella strada; come se non bastasse risulta pericoloso e paesaggisticamente non adeguato il muretto costruito (perché prima del rifacimento della strada?) che separa la strada e la costa.

29-01-2014 9,40

Condividi

 

Articoli In Evidenza

Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin